<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=1425082241143928&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">

20/03/17 11.31

Nel mondo del falso la proprietà intellettuale non basta

Non esiste azienda, start up o più in generale brand che non abbia le sue fondamenta su una proprietà intellettuale. Si potrebbe dire che, nella maggior parte dei casi, il successo di un’attività commerciale coincide proprio con la forza dell’idea su cui si basa, e dunque sulla sua proprietà intellettuale. In un mondo totalmente rivoluzionato come il nostro, dove il mercato del falso continua ad aumentare tutelarla diventa ancora più cruciale. Ma bisogna anche farne evolvere il concetto.

Scarica la nostra guida con la panoramica sul mercato del falso nel mondo.

La proprietà intellettuale nel mercato globale

Secondo il Patent Report della Federal Trade Commission statunitense (The Evolving IP Marketplace: Aligning Patent Notice and Remedies With Competition, 2011) “l’invenzione è il primo passo nel processo di innovazione, ma l’innovazione richiede sviluppi fondamentali oltre a quel primo passo”, ed è ancora più cruciale considerare che è “la proprietà intellettuale a promuovere l’innovazione, vale a dire lo sviluppo, la commercializzazione e la diffusioni di nuovi prodotti, processi e servizi”.

Ci troviamo di fronte a uno scenario dove innovare significa produrre e proteggere le proprie idee. Solo così si è in grado di identificare i punti di forza della propria azienda e di tutelarli di fronte agli ostacoli posti dal crescente mercato del falso. Una vera e propria strategia di tutela della proprietà intellettuale deve essa stessa farsi promotrice di un processo di innovazione e di aggiornamento continuo. La globalizzazione e la circolazione sempre più libera e incessante di informazioni, persone e prodotti fa sì che cadano concetti che finora erano rimasti incrollabili, come la territorialità dei marchi protetti o il controllo di ogni fase della catena distributiva.

Un approccio flessibile e interattivo alla proprietà intellettuale, spesso regolata secondo principi che sembrano immutabili e incrollabili, è dunque necessario.

Come cambia l’approccio del consumatore

Un ulteriore ostacolo alla protezione della proprietà intellettuale sembra venire da quelli che, in linea teorica, sono i primi alleati di un brand: i consumatori. Se nei decenni passati gli acquirenti entravano in contatto con i prodotti contraffatti il più delle volte involontariamente, oggi si può dire che esista una vera e propria domanda. Le leve principali sono il prezzo conveniente e l’aspirazione ad accedere a prodotti di fascia alta.

Però è anche vero che molti consumatori vogliono comprare prodotti autentici e finiscono, invece, per comprarne di falsi perché il mondo online facilita l'acquisto di merci che sembrano originali ma non lo sono, con siti web e e-commerce che sono concepiti per essere anch'essi copie dei siti originali. I brand non possono permettersi di perdere questi consumatori più di valore, quelli cioè intenzionati a comprare sempre il prodotto reale. Una soluzione è quella di coinvolgere questi stessi consumatori nella lotto contro i falsi.

È indubbio, infatti, che, proprio perché oggi, a differenza di quanto avveniva in passato, i consumatori sono soggetti attivi in questo processo, loro stessi possono essere considerati uno strumento efficace per porvi rimedio. Per risolvere queste debolezze della catena distributiva è necessario, dunque, prendere in considerazione la natura modificata del mercato da una parte e dei consumatori dell’altra: sono quindi necessarie soluzioni che da un lato riescano a monitorare su una scala globale e tempestiva tutte le possibilità di falsificazione dei prodotti e, dall’altro, coinvolgano i consumatori in modo attivo e, si potrebbe dire, interattivo. In una parola questa soluzione sta nella tecnologia.

Per capire come agire in modo interattivo e innovativo contro la contraffazione, innovando i metodi di protezione della proprietà intellettuale, è bene prima capire quali sono le reali proporzioni del fenomeno della contraffazione.

Scarica gratuitamente la nostra presentazione per comprendere cos’è veramente il mercato del falso oggi.

New call-to-action

Ti sta a cuore l'autenticità dei prodotti?